ASSOCIAZIONE


I 13 Comuni della Pianura Pinerolese si sono associati nel 1998 con l'intento di sviluppare politiche di sviluppo integrate in diversi settori, tra cui quello turistico, e con la volontà di rafforzare la propria identità di territorio. L'Associazione ha il compito di promuovere e favorire la ricerca delle risorse e delle potenzialità dell'area e di sollecitare interventi istituzionali di livello superiore nei vari settori della sicurezza, della viabilità, del lavoro, dello sviluppo economico e turistico. Assume ogni iniziativa utile allo sviluppo ed alla promozione sociale ed economica dell'area di pertinenza interessata.


Convenzione per la costituzione dell'Associazione tra i Comuni della Pianura Pinerolese di Airasca, Buriasco, Campiglione Fenile, Cavour, Cercenasco, Garzigliana, Macello, None, Osasco, Piscina, Scalenghe, Vigone, Villafranca Piemonte.



ART. 1
Costituzione dell'Associazione

E' costituita l'Associazione dei Comuni della Pianura Pinerolese di cui fanno parte i Comuni di:
- Airasca
- Buriasco
- Campiglione Fenile
- Cavour
- Cercenasco
- Garzigliana
- Macello
- None
- Osasco
- Piscina
- Scalenghe
- Vigone
- Villafranca Piemonte

La costituzione dell'Associazione è attuata a seguito di delibera di adesione e approvazione della presente convenzione a seguito delibera consiliare dei vari Comuni della Pianura Pinerolese che intendono associarsi. Essa è aperta anche ad altri Comuni della Pianura Pinerolese che intendano associarsi previa approvazione a maggioranza assoluta dei Consigli Comunali che ne fanno già parte.

ART. 2
Oggetto dell'Associazione

L'Associazione rappresenta unitariamente gli interessi dei Comuni associati nei rapporti con le istituzioni locali (provinciali - regionali e nazionali) e con tutte le altre entità che operano sul territorio. Elabora politiche di interesse comune. Promuove e favorisce la ricerca delle risorse e delle potenzialità dell'area. Definisce le linee di indirizzo politico - amministrativo che possono interessare il territorio di pertinenza e le concerta con gli altri organismi operanti nel Pinerolese. Sollecita interventi istituzionali di livello superiore nei vari settori della sicurezza, della viabilità, del lavoro, dello sviluppo economico e turistico. Assume ogni iniziativa utile allo sviluppo ed alla promozione sociale ed economica dell'area di pertinenza interessata.

ART. 3
Durata della convenzione

La durata della convenzione è a tempo indeterminato. E' fatta salva la possibilità per ciascuno dei Comuni convenzionati di recedere dalla convenzione in ogni tempo previo preavviso di almeno tre mesi. L'Associazione si scioglie automaticamente qualora non si riunisce, almeno una volta all'anno, con la maggioranza dei rappresentanti legali dei Comuni associati, oppure quando di essa fanno parte meno di tre Comuni dell'area interessata.

ART. 4
Amministrazione

L'Associazione viene amministrata attraverso l'Ufficio di Presidenza di cui è titolare e quindi il legale rappresentante della medesima il Presidente di turno, la cui carica viene affidata a rotazione ogni due anni ad uno dei Sindaci dei Comuni associati eletto democraticamente al suo interno, ed a maggioranza assoluta, dai Sindaci dei Comuni associati. Il Presidente che dura in carica due anni, può essere rieletto senza limiti temporali. Egli rappresenta l'Associazione nei rapporti esterni con tutte le varie istituzioni; convoca la medesima almeno una volta all'anno e comunque quando ne fanno richiesta almeno tre componenti.

Il Presidente promuove e coordina tutte le iniziative di cui all'art. 2 della presente convenzione.

Nell'avvicendamento delle funzioni di Presidente, tutti gli atti amministrativi prodotti, al momento del passaggio delle funzioni, verranno consegnati al nuovo Presidente di turno che ne cura la custodia e conservazione.

ART. 5
Spese di gestione

La gestione amministrativa viene esercitata dal Presidente di turno avvalendosi della struttura amministrativa comunale, senza oneri a carico degli altri Comuni associati. Qualora si presenti la necessità di dover sostenere delle spese "una tantum" per promuovere iniziative oggetto della presente convenzione sarà cura del Presidente di turno richiedere di volta in volta previa ripartizione la quota di contribuzione a carico dei vari Comuni associati.

ART. 6
Riunioni

Le riunioni dell'Associazione si svolgono nel comune di cui è Sindaco il Presidente, oppure a rotazione nei Comuni associati. Al Comune del Presidente fanno carico le funzioni burocratiche ed amministrative afferenti il periodo di presidenza.
Le riunioni debitamente verbalizzate a cura del segretario o suo delegato del Comune del Sindaco - Presidente di turno, sono validamente costituite con la presenza della maggioranza dei rappresentanti legali o loro delegati dei Comuni associati. Le decisioni sono adottate a maggioranza assoluta dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

ART. 7
Rapporti interni all'Associazione

L'Associazione potrà disciplinare con proprio regolamento, approvato a maggioranza assoluta dei Sindaci dei Comuni associati, eventuali ulteriori modalità di funzionamento.